Siccità: servono misure straordinarie

Attivare subito tutti gli invasi e predisporre un tavolo regionale. Le proposte di Confagricoltura

Siccità: servono misure straordinarie
LCC
siccità

Attivare tutti i 1400 invasi e laghetti censiti in Umbria, a cominciare dalle dighe di Montedoglio e Valfabbrica. Agricoltura in allarme per gli effetti della siccità. Nel corso dell'assemblea ordinaria di Confagricoltura Umbria, i responsabili dell'associazione si sono detti preoccupati e hanno proposto misure straordinarie per fronteggiare l'emergenza idrica e, in più, di realizzare nuovi invasi e provvedere alla manutenzione di quelli già esistenti, sfruttando anche i laghetti privati. L'acqua - dicono - deve avere un costo equo e sostenibile. Da qui la richiesta di istituire subito un tavolo tecnico regionale per affrontare l'intera problematica. Intanto prosegue la mobilitazione dei comuni umbri. Attraverso le ordinanze si intende eliminare gli sprechi. Il Comune di Terni, con un'ordinanza che entrerà in vigore domani, fa divieto ai cittadini di utilizzare l'acqua potabile per uso extra-domestico, come per l'innaffiamento di orti e giardini o per il lavaggio di automezzi. Le violazioni prevedono sanzione da 25 a 500 euro.