Assoluzione ex consigliere regionale, la Procura generale ricorre

L'accusa, non accolta dalla Corte di Appello, era quella di peculato. La decisione toccherà alla Cassazione

Assoluzione ex consigliere regionale, la Procura generale ricorre
Tgr
Il procuratore generale Sergio Sottani

La Procura generale di Perugia ha presentato ricorso in Cassazione contro la sentenza di secondo grado della Corte d'appello che nel febbraio scorso aveva assolto l'ex capogruppo in consiglio regionale del Partito socialista Massimo Buconi dall'accusa di peculato. Buconi era accusato di avere utilizzato per fini personali 52mila euro di fondi erogati per il funzionamento dei gruppi consiliari nel biennio 2011-2012. Condannato in primo grado, con rito abbreviato, a un anno e dieci mesi, la sentenza era poi stata ribaltata in appello. Secondo la Procura generale le carte processuali dimostrerebbero invece che i fondi erano utilizzati per scopi personali e politici, come pasti e trasferte in occasione del congresso del partito.