Cresce l'occupazione

Lo certifica il rapporto Excelsior di Unioncamere: + 3,5%. L'umbria è però tra le regioni italiane dove è più difficile trovare i profili richiesti

Cresce l'occupazione
Tgr Umbria
Dati positivi sull'occupazione in Umbria

Presentato il nuovo rapporto Excelsior (realizzato da Unioncamere insieme all’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro) sulle assunzioni previste nel periodo luglio-settembre 2022 in Italia.

Nonostante un leggero arretramento a livello nazionale (precisamente dello 0,1%), l’Umbria risulta in controtendenza, con un +3,5%, trainato soprattutto dalla provincia di Perugia. Commercio ed edilizia i settori più in ripresa.

La nostra regione, è tuttavia, la terza in Italia (dopo Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta) per difficoltà delle imprese a trovare i profili richiesti. E tale difficoltà è oltretutto in forte aumento rispetto allo scorso anno.

“Il dato dell’Umbria, terza regione italiana per incidenza di questo fenomeno, preoccupa perché potrebbe pesare non poco sulla crescita", ha spiegato il presidente della Camera di Commercio dell’Umbria, Giorgio Mencaroni. "Una questione che, come ho detto più volte, va affrontata con misure immediate (come il taglio del cuneo fiscale sulle retribuzioni) e di medio e lungo periodo (come la messa a punto del sistema dell’istruzione e della formazione per renderlo più aderente alle necessità dell’economia)”