Imprenditore umbro rileva Acque Sanfaustino

La sfida di Giorgio Scassini: "tornare sul mercato con lo storico marchio".

Imprenditore umbro rileva Acque Sanfaustino
Tgr
Lo stabilimento Sanfaustino

Una sfida enorme". Così l'imprenditore tuderte Giorgio Scassini, 69 anni, ha commentato a caldo la decisione di rilevare all'asta lo stabilimento dell'acqua Sanfaustino, a Massa Martana, chiuso da dieci anni e in stato di abbandono. L'obiettivo dichiarato è far tornare sul mercato lo storico marchio entro la metà del prossimo anno con un investimento quantificato in circa 5 milioni di euro. Scassini ha acquistato lo stabilimento e l'annesso centro termale per 2 milioni all'asta. L'ultima in cui il complesso era messo in vendita nella sua interezza. Sì sarebbe poi preceduto alla divisione in lotti. Circa 3 milioni la cifra preventivata per ristrutturare e fare ripartire la produzione. La notizia dell'acquisizione è stata accolta con grande entusiasmo in città. 

Il servizio di Riccardo Milletti