Occupazione: superati i livelli pre-covid

E' quanto emerge da un'indagine della Camera di Commercio. Il presidente Mencaroni: "Recuperare il gap di produttività"

Occupazione: superati i livelli pre-covid
rete
Il lavoro delle donne

L'Umbria è tra le regioni italiane in cui i livelli occupazionali nel primo trimestre del 2022 superano quelli dell'era pre-covid: 258.281 addetti totali contro i 255.050 del quarto trimestre 2019, l'ultimo prima della pandemia. è quanto emerge da un'indagine della locale Camera di Commercio. Su base annua i lavoratori delle imprese sono cresciuti del 2 e 76%. Una ripresa che si manifesta anche a livello congiunturale, ossia tra il primo trimestre 2022 e il trimestre precedente, con un +0,94%. Entrambi dati di poco inferiori rispetto alla media nazionale. Trainante, secondo il sistema camerale, l'insieme di progetti legati al piano nazionale di ripresa e resilienza. La maggiore crescita occupazionale delle imprese si registra nell'Amerino e nel Tuderte. Unica flessione quella dell'Eugubino-Alto Chiascio. C'è però preoccupazione per la crescita dell'inflazione, l'incremento dei prezzi e la mancanza delle materie prime.

Il servizio di Giulia Bianconi