Operaio di Umbra acque muore sul lavoro

L'incidente è costato la vita a Fausto Vinti, rimasto schiacciato dopo il crollo di un muro

Operaio di Umbra acque muore sul lavoro
TGR
Umbra Acque Ponte San Giovanni

Ancora un drammatico incidente mortale sul lavoro. E' costato la vita a Fausto Vinti, 57 anni, operaio di Umbra acque, poco dopo l'inizio del turno nella sede dell'azienda a Ponte San Giovanni. L'uomo era alla guida di un camion che trasportava un escavatore quando incidentalmente avrebbe urtato la parete di un edificio, provocandone il distacco. Sarebbe morto sul colpo, rimasto schiacciato dal muro crollato. A nulla è valso l'intervento immediato dei carabinieri della stazione locale e del 118. Le indagini della Procura di Perugia, che ha aperto un fascicolo, chiariranno esattamente la dinamica del sinistro. Una morte bianca a pochi giorni di distanza dall'incidente in cui il 21 giugno un operaio aveva perso la vita sui binari. In una nota, il cordoglio della Cgil. "Siamo atterriti da questa ennesima tragedia, che strappa ai suoi familiari un uomo stimato da tutti i colleghi e compagni - commentano i rappresentanti sindacali - Insieme alla Rsu ci attiveremo con l'azienda per avere un confronto per comprendere l'accaduto e implementare ogni intervento necessario a far sì che episodi come questo non si verifichino mai più". Intanto è arrivato anche il messaggio di Umbra Acque. Consiglio di amministrazione e colleghi si dicono "profondamente addolorati" per la morte di Fausto Vinti e lo "ricordano con stima per il suo operato". 

Il servizio di Elisa Marioni