Aborto impossibile a Foligno, Spoleto e Narni, la Usl Umbria 2 risponde ai sindacati

La richiesta di piena attuazione delle linee di indirizzo sull'Ivg medica. La replica: ad agosto attività spostata a Orvieto

Aborto impossibile a Foligno, Spoleto e Narni, la Usl Umbria 2 risponde ai sindacati
TGR
Usl umbria 2

"L'Usl Umbria 2 ha sospeso il servizio di interruzione volontaria di gravidanza nei plessi ospedalieri di Foligno, Spoleto e Narni. Nel mese di agosto l'unica struttura dell'intera azienda che continuerà a garantire questo servizio, fondamentale per la salute delle donne, sarà Orvieto". Questa la denuncia contenuta in una nota dei sindacati Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl dell'Umbria, che parlano di un fatto “assurdo e inaccettabile”, legato alla “normale programmazione delle ferie estive del personale”. Per le tre sigle si costringono così le donne che hanno necessità di accedere a questo servizio "a spostamenti lunghi e complicati, non sempre garantiti da una rete di trasporto pubblico efficiente. Questo dimostra ancora una volta come le mancate assunzioni di personale stiano minando il diritto alla salute delle persone e in questo caso in particolare delle donne. Dimostra inoltre - prosegue il sindacato - come il fenomeno dell'obiezione di coscienza tra il personale sanitario produca sempre maggiori difficoltà per l'accesso ad un diritto garantito alle donne da una legge dello Stato".  La nota si conclude con la richiesta alla direzione della Usl e alla Regione Umbria "dell'immediato ripristino del servizio in tutti i plessi ospedalieri abilitati e della piena attuazione delle linee di indirizzo sull'Ivg medica, che prevedono il suo uso nei consultori, come avviene nel Lazio e in Emilia Romagna".

La replica dell'azienda sanitaria, in un nota della Direzione strategica e del direttore del dipartimento Materno Infantile dottor Fabrizio Damiani: E' doveroso precisare che per problemi legati a malattia e ferie da tempo programmate dall'esiguo personale non obiettore, per il periodo che va dal primo al 21 agosto, le attività sono state spostate e
organizzate presso l'ospedale 'Santa Maria della Stella' di Orvieto".