Orvieto, verso la riapertura del pozzo di San Patrizio

Decine gli interventi per la messa in sicurezza di edifici e strade dopo la bomba d'acqua di lunedì

Orvieto, verso la riapertura del pozzo di San Patrizio
Tgr
Una veduta del Pozzo

La bomba d'acqua abbattutasi lunedì pomeriggio su Orvieto ha costretto le squadre del Comune e della Protezione Civile a un super lavoro. Decine i sopralluoghi, seguiti da interventi di ripristino e di messa in sicurezza di strade, edifici e altre infrastrutture.

E' ancora presto per fare una conta dei danni economici, causati soprattutto dal reflusso interno delle acque. Anche perché nel frattempo continuano ad arrivare segnalazioni di privati cittadini. Al momento, in ogni caso, la situazione appare relativamente stabilizzata.

Novità anche circa il pozzo di San Patrizio, dove un gruppo di turisti è stato fatto evacuare in tutta fretta durante il violento temporale.

La riapertura dello storico monumento è attesa per mercoledì pomeriggio, al termine delle necessarie operazioni di pulitura e asciugatura.
 

Nel servizio di Alessandro Catanzaro l'intervista al responsabile comunale della Protezione civile, Luca Gnagnarini