Morta da tre giorni, in casa figlio e cane

Una donna di 74 anni probabilmente vittima di un incidente domestico a Collazzone

Morta da tre giorni, in casa figlio e cane
lcc
Collazzone

Sarà l’autopsia disposta dalla procura di Spoleto a stabilire le cause della morte di Anna Maria Cuomo, la pensionata di 74 anni trovata senza vita ieri lungo le scale del proprio appartamento, disposto su due piani e affacciato sulla piazza comunale di Collazzone. Stando ai primi accertamenti, però, non si tratta di un giallo. Tutto lascia pensare che sia rimasta vittima di un incidente domestico o di un malore e che il sangue versato sia l’effetto della rovinosa caduta. Il decesso, secondo una prima ispezione del medico legale, risale almeno a tre giorni prima. Il cadavere è stato scoperto dalla collaboratrice domestica: assieme alla cugina era andata a vedere perché nessuno rispondesse né al telefono, né al campanello. Pensavano fosse tornata a Roma, dove abita, ma le amiche in città non l’avevano vista. Dentro casa c’era il figlio quarantaquattrenne della donna: lo hanno trovato chiuso in camera, sotto le lenzuola. Era lì da tre giorni, ha raccontato lui stesso al medico. Soffre di una forma seria di autismo: è probabile che l’uomo, alla vista della madre inerte e coperta di sangue, sia rifugiato nel suo mondo per allontanare da sé sgomento e sofferenza. A vegliare Anna Maria, così, è rimasto l’inseparabile cagnolino. Le è rimasto accanto, silenzioso e immobile. La signora, vedova da tempo di un uomo originario di Collazzone, faceva sì che non mancasse niente né al figlio, né al cane. Ora dovranno imparare a fare a meno di lei. 

di Andrea Rossini