Ex-Novelli, il giorno della verità

Viene presentato a Spoleto il piano di acquisizione e rilancio dello stabilimento di confezionamento uova. Resta da capire il ruolo che avrà la cooperativa dei lavoratori

Ex-Novelli, il giorno della verità
TGR
Stabilimento ex Novelli a Spoleto

Potrebbe essere il giorno della verità per il futuro del ramo uova della Ex-Novelli. 6 anni fa, dopo lunga crisi, era avvenuta la vendita per una cifra simbolica ad Alimentitaliani, che però non risollevò le sorti dell'azienda, fallendo pochi mesi dopo. Un lungo periodo di incertezza per il centinaio di dipendenti impiegati, scosso dalla recentissima presentazione di un'offerta, valore stimato almeno 5,5 milioni, al Tribunale di Terni: offerta ritenuta idonea dal delegato alla vendita, il commercialista Leandro Campana. Già noto il nome dell'acquirente: si tratta di Gianluca Fondacci, amministratore della società agricola Tartufi e Funghi di Gubbio. Per mezzogiorno di oggi è stata indetta la conferenza stampa di presentazione del piano di acquisizione e rilancio presso il comune di Spoleto, alla quale è presente anche il sindaco Andrea Sisti, lo stesso Fondacci, e i consulenti della società, l'avvocato perugino Andrea Migliarini e la dottoressa Susanna Bugiardi. Resta da capire il ruolo che avrà la Cooperativa dei Lavoratori delle Fattorie Novelli, che si stava preparando a presentare una sua offerta di acquisizione, entro fine ottobre. La conferenza stampa in corso, servirà a chiarire anche questo punto.