I medici in età da pensione potranno restare al lavoro. Accordo Regione e sindacati

Trovata l'intesa per far fronte alla carenza di personale

I medici in età da pensione potranno restare al lavoro. Accordo Regione e sindacati
Tgr Umbria
Medico di famiglia in ambulatorio

Sos medici di famiglia a causa dei molti pensionamenti per raggiunti limiti d'età. Per fronteggiare  la carenza è stato siglato un accordo tra la Regione Umbria e le Organizzazioni sindacali di categoria (Fimmg, Smi, Snami, Cisl Medici) , che prevede la possibilità, su base volontaria, finché il sistema non sarà in grado di sostituirli, di mantenere in servizio i medici anche oltre il 70esimo anno di età. Una risposta concreta a un problema molto sentito in alcune zone dell'Umbria, in particolare quelle montane, che segue un modello già adottato da regioni come Lazio e Veneto. In tutta Italia - stima la Federazione medici di medicina generale - in 5 anni ben 14 milioni di italiani rimarranno senza medico di famiglia. E allora si cerca di correre ai ripari. I medici ultra settantenni potranno lavorare su diversi fronti aiutando così ad assicurare l'assistenza sanitaria in modo uniforme ai cittadini. Sarà possibile, ad esempio, da parte dei medici in attività che si assentano per ferie o malattia chiamare un collega a sostituirlo per un periodo massimo di un mese, evitando di lasciare così i pazienti senza assistenza.

Il servizio di Gabriele Salari.