Incidente mortale di Gubbio, si indaga per omicidio stradale e lesioni gravissime

Il procedimento a carico del 28enne di Assisi alla guida dell'auto che si è scontrata frontalmente con quella su cui viaggiavano Amedeo Baldinucci e la moglie

Incidente mortale di Gubbio, si indaga per omicidio stradale e lesioni gravissime
vvf
incidente mortale

Omicidio stradale e lesioni gravissime. Sono le accuse dalle quali dovrà difendersi il 28enne di Assisi che era alla guida dell'utilitaria che lungo la variante Pian d'Assino si è scontrata frontalmente con l'auto sulla quale viaggiavano i coniugi eugubini Amedeo Baldinucci e Angela Lispi. L'incidente, avvenuto mercoledì pomeriggio tra le uscite di Padule e Spada, è costato la vita ad Amedeo Bandinucci, insegnante in pensione di 80 anni ed ex consigliere comunale. La moglie, 68 anni, è ricoverata in gravi condizioni nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Perugia, dopo essere stata sottoposta a due interventi chirurgici.
Secondo i primi accertamenti l'incidente sarebbe stato originato da un sorpasso azzardato della Fiat Punto sulla quale viaggiava il 28enne di Assisi. Inevitabile lo scontro frontale con la vettura dei due coniugi che poi sarebbe stata tamponata da un terzo veicolo che procedeva nella stessa direzione. Saranno comunque le indagini, coordinate dal pubblico ministero perugino Paolo Abbritti, a fare ulteriore chiarezza sul sinistro e ad individuare eventuali responsabilità dell'indagato.

Il servizio di Riccardo Milletti