L'auto elettrica non sfonda in Umbria

In linea con i dati nazionali, vendite sono sotto il 4 per cento. Più gettonate le auto ad alimentazione ibrida

L'auto elettrica non sfonda in Umbria
web
auto elettrica

La tanto auspicata svolta green non è trainata, almeno per ora, dalle auto elettriche. Se in Italia le vendite di veicoli plug-in non sfondano, l'Umbria non fa eccezione. Secondo i dati aggiornati ad agosto di quest'anno, le immatricolazioni di vetture elettriche nella nostra regione, nei primi 6 mesi dell'anno, sono il 3,7% del totale, con la provincia di Perugia che va meglio di quella di Terni, dove superano di poco il 2%. Dati rimasti uguali a quelli dello scorso anno. L'auto elettrica oggi è un lusso non alla portata di una famiglia. Oltre ai prezzi ancora alti, a scoraggiare chi acquista è la mancanza di infrastrutture per la ricarica e l'autonomia delle batterie, che di solito non è sufficiente per affrontare lunghi viaggi. Il cliente medio preferisce l'auto ibrida: a doppia alimentazione, diesel o benzina, ma con una batteria che si ricarica mentre è in moto o con la spina. Le vendite dell'ibrido in Umbria arrivano a sfiorare il 40% del totale. Nonostante manchino alcuni incentivi. Una peculiarità che rischia di aprire la strada ai furbetti che fanno immatricolare le auto in altre regioni per poi riportarle in Umbria.