Polemica politica sull'interruzione di gravidanza

Verdi-Sinistra Italiana denuncia i casi di donne costrette ad ascoltare il battito cardiaco del feto prima di abortire. La Regione nega.

Polemica politica sull'interruzione di gravidanza
tgr
interruzione volontaria di gravidanza

"In nessuna Azienda sanitaria ospedaliera della Regione Umbria risulta che le donne che chiedono l'interruzione di gravidanza siano costrette ad ascoltare il battito del feto". E' questa la risposta dell'assessorato regionale alla salute alla denuncia arrivata da Verdi-Sinistra Italiana secondo cui "in Umbria stia già accadendo quanto succede nell'Ungheria di Orban, e cioè che le donne che chiedono l'interruzione di gravidanza siano costrette ad ascoltare il battito del feto". Da Terni il ministro della salute Speranza ha spiegato di "non essere a conoscenza diretta della dichiarazione rilasciata" e ha aggiunto che se ci fossero elementi andrebbe "valutata una eventuale ispezione".