Svolta per la ex Novelli

Alla quarta asta l'azienda è stata acquistata. Ancora sconosciuto il nome dell'imprenditore

Svolta per la ex Novelli
tgr
Lo stabilimento ex Novelli

L'unica certezza, al momento, è la vendita all'asta della ex Novelli di Spoleto.
L'azienda che produce uova con il marchio Ovito, è stata acquistata da un imprenditore umbro del settore agroalimentare. 
"Per ora non posso rivelare il nome - ha dichiarato l'avvocato perugino Andrea Migliarini che ha rappresentato il compratore in sede di asta - attendiamo l'aggiudicazione definitiva". Sconosciuto anche il prezzo d'acquisto: l'offerta minima prevista era di 5 milioni e mezzo.
Quella di ieri era la quarta asta fallimentare e, dopo tre tentativi andati deserti, nessuno, stando alle dichiarazioni del giorno dopo, si aspettava una svolta. La maggioranza dei circa 100 lavoratori sopravvissuti ad una crisi lunga dieci anni, avevano dato vita ad una cooperativa ed erano pronti a partecipare ad una nuova asta ad ottobre. Sul tavolo c'era anche l'interesse del gruppo Eurovo. Invece la partita si è chiusa ieri e ora tutti attendono di conoscere il futuro dell'azienda. Di certo - dice l'avvocato Migliarini alla stampa - non si tratta di un'offerta ostile. Riferimento ad Alimenti Italiani, società che  acquistò la ex Novelli alla fine del 2016 per poi dichiarare fallimento un anno dopo. C'è la volontà - conclude il legale- di rilanciare la produzione e garantire un futuro in Umbria allo storico marchio.

di Riccardo Milletti