Vaiolo delle scimmie, possibilità di vaccinazione per i soggetti a rischio

La Regione: nessuna necessità di campagna di massa. A disposizione reparti di malattie infettive degli ospedali di Perugia e Terni

Vaiolo delle scimmie, possibilità di vaccinazione per i soggetti a rischio
Lcc
Vaccino anticovid

Non c'è necessità di una campagna vaccinale di massa contro il vaiolo delle scimmie, fa sapere l'assessorato regionale alla Salute: le modalità di contagio e la velocità di diffusione, così come l’efficacia delle misure non farmacologiche, la fanno escludere ma i cittadini con età superiore a 18 anni che rientrano nelle categorie di soggetti ad alto rischio così come indicati dalla circolare ministeriale n. “35365 del 5 agosto 2022” potranno disporne gratuitamente. 

Quelli che si riconoscono nelle categorie a rischio indicate dal ministero, possono contattare i punti vaccinali ospedalieri di Perugia (Day-Hospital/Ambulatori della S.C. Malattie Infettive, Blocco L, Piano +1, A.O. Santa Maria della Misericordia, tel. 075 578 3262 o 075 578 4374) e Terni (Day Hospital/Ambulatori Malattie Infettive, Ospedale S. Maria di Terni, tel. 0744/205157

Il vaiolo delle scimmie (Monkeypox, MPX) – spiega il Servizio di Prevenzione della Regione Umbria, è una malattia causata dal virus del vaiolo delle scimmie (MPXV).

Si tratta di una zoonosi virale cioè può diffondersi dagli animali all'uomo ma anche tra le persone.

Alcuni soggetti sono a più alto rischio di malattie gravi o complicanze. Tra queste, le donne in gravidanza, bambini e persone immunocompromesse.

Una persona affetta da vaiolo delle scimmie è infettiva a partire dalla comparsa dei sintomi prodromici fino alla guarigione completa delle lesioni della pelle. 

La trasmissione può avvenire attraverso il contatto fisico stretto con una persona infetta e anche attraverso  oggetti contaminati, quali vestiti, lenzuola, asciugamani, posate, dispositivi elettronici e superfici.

Ulcere, lesioni o piaghe della bocca possono essere infettive e il virus può diffondersi attraverso il contatto diretto con la bocca, droplet respiratorie e probabilmente attraverso aerosol a corto raggio.

Per individuare le categorie indicate dal ministero della Salute per la vaccinazione consultare il link:  https://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=2022&codLeg=88498&parte=1%20&serie=null