Il ricordo di Curi al 50esimo di Perugia-Cittadella

La lega di B ha autorizzato l'interruzione al minuto della tragedia del 30 ottobre 1977

Il ricordo di Curi al 50esimo di Perugia-Cittadella
Tgr
Renato Curi

Il Perugia, nel posticipo domenicale (Stadio Curi, 30 ottobre, ore 16.15) che chiude il programma dell’undicesima giornata di serie B, affronta in casa il Cittadella. In caso di vittoria lascerà l’ultimo posto in classifica. A spingere il Grifo ci sarà anche il tifo della Curva nord, riaperta finalmente dopo i lavori di ristrutturazione. L’allenatore Fabrizio Castori è intenzionato a riconfermare la squadra che ha espugnato Reggio Calabria, con l’eccezione di Santoro (squalificato). In ballottaggio per l’unica maglia disponibile Luperini e Kouan. Nella lista dei convocati non figurano gli infortunati Furlan e Matos, e neppure i “veterani” Angella e Rosi, ancora tenuti ai margini. L’appuntamento odierno è l’occasione per ricordare il 45esimo anniversario della scomparsa di Renato Curi, morto sul campo nel corso di una partita con la Juventus proprio il 30 ottobre 1977. La Lega di serie B ha, infatti, autorizzato, al quinto minuto del secondo tempo, il momento in cui crollò a terra sotto la tribuna, l’interruzione del gioco per dare la possibilità di commemorare, in quel preciso istante, il giovane e indimenticato capitano biancorosso. Ai microfoni della Tgr Umbria il cappellano del Perugia calcio, don Mauro Angelini.