Sequestro per debito di droga, trovati gli autori

Quattro misure cautelari per la vicenda del giovane perugino portato via e imbavagliato a gennaio scorso. La banda aveva chiesto il riscatto

Sequestro per debito di droga, trovati gli autori
tgr
I carabinieri hanno eseguito le misure cautelari

Chiuso il cerchio sul sequestro di persona dell'Epifania, quando un 21enne perugino venne legato, imbavagliato e trattenuto per diverse ore da un gruppo di coetanei per un debito di droga. 

I carabinieri di Perugia hanno eseguito quattro misure cautelari nei confronti di tre ragazzi e una ragazza, tutti tra i 21 e i 25 anni, residenti in provincia di Perugia, due però domiciliati a Cesenatico, in Romagna. I tre giovani, secondo la procura, fanno parte della banda di spacciatori che insieme al 27enne Gianluca Boccia, finito in manette a febbraio, aveva venduto un chilo e mezzo di hashish con l'intermediazione del 21enne perugino sequestrato.

Uno di loro, quando i carabinieri, sono arrivati nella sua abitazione di Corciano, ha lanciato dalla finestra 170 grammi di fumo, recuperato dai militari dell'arma, e per questo è stato arrestato in flagranza per spaccio. La ragazza, invece, aveva acquistato l'hashish insieme al 25enne di Bastia Umbra Kevin Malferteiner, anche lui arrestato mesi fa per estorsione e minacce. Qualcosa era andato storto, la partita di droga non era stata pagata. Per questo tre spacciatori, Boccia e due dei destinatari delle ultime misure cautelari, si accanirono sull'intermediario.

Il giovane sequestrato venne portato in un campo vicino a un cimitero perugino. Le sue foto, con mani e piedi legate, furono inviate alla madre con la richiesta di un riscatto di 12mila euro. L'incubò durò diverse ore.