Aggredisce i passanti in stazione: arrestato

In carcere è finito un 22enne. Tra le vittime anche un anziano a cui è stato sottratto lo zaino

Aggredisce i passanti in stazione: arrestato
Tgr
Carabinieri in azione

Armato di coltello aggredisce i passanti alla stazione ferroviaria di Ponte San Giovanni. Con l'accusa di rapina, lesioni aggravate, porto abusivo di arma da taglio e danneggiamento è finito in manette un cittadino italiano, di origine marocchina, di 22 anni. L'episodio è accaduto ieri pomeriggio. Il giovane ha cominciato a dare in escandescenze quando era ancora in treno, sul regionale proveniente da Roma. A farne le spese quelli del suo vagone. Tra loro anche un giornalista perugino. "Era fuori di sé: ha minacciato un passeggero e gli ha spaccato il cellulare racconta a me ha dato un calcio e uno schiaffo senza alcun motivo". Sceso di corsa dal treno ha travolto un anziano e lo ha preso a calci quando era a terra e gli ha sottratto lo zainetto. Poi, per guadagnarsi la fuga ha estratto il coltello. Nel tentativo di procurarsi un telefonino ha quindi sferrato un pugno a un altro viaggiatore in attesa, spaccandogli il setto nasale (25 giorni di prognosi), poi ha spintonato un'altra persona che aveva l'unica colpa di trovarsi sulla sua strada. La fuga è finita lungo la via Adriatica nella zona del supermercato, dove il giovane è stato arrestato da carabinieri di Ponte San Giovanni. Accompagnato in carcere, lunedì 28 novembre andrà davanti al giudice per la convalida. La sicurezza a bordo dei treni è da tempo una nota dolente anche in Umbria: un capotreno folignate è stato picchiato di recente da uno straniero senza biglietto e una ragazza umbra dipendente delle ferrovie proprio ieri si è beccata uno sputo in faccia. I sindacati hanno sollevato la questione e sono in attesa di un incontro con il prefetto di Perugia. Per sollecitarlo si riuniranno all'inizio della prossima settimana e, in assenza di risposte, sono pronti a proclamare uno sciopero.