Oltre 500 migranti in più in Umbria

I dati del Viminale parlano di un +36 per cento nella nostra regione, contro una media nazionale del 28

Oltre 500 migranti in più in Umbria
tgr
Un ufficio immigrazione

Più migranti in Umbria nel 2022. Secondo i dati messi a disposizione dal Ministero dell'Interno, gli ospiti delle strutture di accoglienza regionali sono aumentati quasi del 36% in un anno: una crescita superiore alla media nazionale (che è intorno al 28%). In cifre assolute, parliamo di 536 persone in più arrivate nella nostra regione negli ultimi 12 mesi, per un totale (allo scorso 31 ottobre) di 2.031 presenze su oltre 100 mila a livello nazionale. I migranti sono distribuiti tra Cas e Sai, le due tipologie di strutture esistenti, con un rapporto di circa 3 a 1. La maggior parte di loro si trova in provincia di Perugia. Il dato complessivo è salito in particolare dal 1° giugno in poi, in linea con l'aumento effettivo degli sbarchi che si è verificato in Italia con la bella stagione. Negli ultimi quattro mesi, dunque, circa 600 assegnazioni hanno interessato i centri di accoglienza umbri. Nonostante il flusso sia significativo, la quota di persone spettante all'Umbria rimane comunque all'interno del 2% fissato dalla legge e le prefetture di Perugia e Terni non segnalano al momento criticità particolari nella gestione degli ospiti.