Fiamme al carcere di Terni

Ad appiccare il fuoco un detenuto appena trasferito a Sabbione, sei gli agenti feriti. I Sindacati chiedono l'intervento delle istituzioni

Fiamme al carcere di Terni
Lcc
Il carcere di Sabbione a Terni

Ha prima inveito contro il personale, poi ha appiccato un incendio nella propria cella, dando fuoco a tutto quello che c'era al suo interno. L'episodio al carcere di Terni, dove il detenuto era stato appena trasferito. Sei i poliziotti rimasti feriti o intossicati, nel tentativo di riportare l'orine in carcere. I sindacati tornano a denunciare una situazione ormai insostenibile all'interno della casa circondariale di Sabbione. L'organico di polizia penitenziaria è sotto il livello minimo, anche perché il personale si trova a dover svolgere attività diverse da quelle del proprio profilo professionale, denuncia il segretario nazionale del Sarap, Roberto Esposito. Sulla stessa linea la Fp-Cgil che denuncia come "la popolazione detenuta non solo è evidentemente problematica, ma assolutamente sproporzionata rispetto al personale effettivamente operativo: 530 detenuti a fronte di 200 poliziotti".