Medici legali, firmata la convenzione Università-Procura

Aumentare la disponibilità immediata e creare ancor più figure nel futuro gli obiettivi dell'accordo

Medici legali, firmata la convenzione Università-Procura
Tgr
La firma della convenzione

E' una convenzione - quella firmata dal Procuratore della Repubblica di Perugia, Raffaele Cantone e il Rettore dell'Università, Maurizio Oliviero - che ha un obiettivo immediato e uno futuro. Quello immediato è fornire medici legali alla Procura per lo svolgimento delle sue attività di indagine. quello futuro è creare una scuola di medicina legale per formare nuove professionalità, uomini e donne con una specifica competenza.

“Un accordo che testimonia un principio di grande collaborazione tra due istituzioni vitali all’interno della nostra Regione e non solo – ha evidenziato il Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero -. Quella odierna, inoltre, è l'occasione per sottolineare che esistono alcune professionalità di cui non solo questa regione, ma, a livello nazionale, noi tutti abbiamo bisogno. 
Al momento la Procura può contare su un elenco di 8 medici legali a disposizione. Ma c'è bisogno di più risorse per intervenire in tempi più rapidi. 
In virtù del protocollo sottoscritto, un calendario predisposto dal Direttore della Sezione di Medicina Legale, trasmesso periodicamente alla Procura della Repubblica e agli organi di Polizia giudiziaria di riferimento, indicherà l’elenco dei medici giornalmente disponibili per l’immediato intervento in loco e contestualmente l’uso, da parte dei ricercatori della Sezione di Medicina legale, della casistica e degli esiti dell’attività per finalità di ricerca scientifica.
C'è poi la richiesta di accreditamento per avviare nel 2023 la nuova scuola di specializzazione in medicina legale.  “È un accordo importante perché riguarda un tema vitale per la nostra attività che è quello dei medici legali e che, diciamo, ha attraversato un momento di crisi qui in Umbria anche dal punto di vista delle ‘vocazioni’ – ha spiegato Raffaele Cantone, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Perugia -. La convenzione, frutto del lavoro del Dipartimento di Medicina e Chirurgia e dell’Università degli Studi di Perugia anche prodromico all'istituzione di una Scuola di specializzazione.