Riaperta la Flaminia

La strada era stata chiusa, tra Trevi e Sant'Eraclio, dopo le piogge torrenziali di questa notte. Transito consentito a corsia unica

Riaperta la Flaminia
TGR
Code per la chiusura della Flaminia

Ruspe al lavoro per liberare la Flaminia dal fango tra Trevi e Sant'Eraclio, in direzione Nord. Una colata di terra e breccia ha invaso la carreggiata che è stata chiusa alle prime ore dell'alba. Le auto incolonnate per chilometri prima dell'uscita obbligatoria a Piazza Umbra. Intasate anche le arterie interne che costeggiano Foligno. Prima di ripristinare la viabilità, le squadre dell'Anas e dei vigili del fuoco hanno dovuto rimettere in funzione le opere idrauliche della Flaminia che non erano riuscite a drenare la pioggia torrenziale caduta nella notte. Un nubifragio iniziato alle 3 e mezza, col boato di un tuono e lampi ad illuminare il cielo sopra Foligno. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per pompare l'acqua che in pochi minuti ha inondato garage e cantine in diverse zone della città. Allagati anche alcuni sottopassi. Alberi sradicati e rami spezzati dalle forti raffiche di vento e campi allagati nelle campagne e nella prima periferia della città. Nel primo pomeriggio di venerdì, la Flaminia è stata riaperta. Resta temporaneamente chiusa la corsia di marcia, riferisce Anas, con transito consentito in corsia di sorpasso.

Servizio in aggiornamento