Aggressione alla sagra, 9 DASPO

L'episodio lo scorso luglio a Promano

Aggressione alla sagra, 9 DASPO
Polizia
Polizia di Città di Castello

Prima è stato colpito con una testata da un diciottenne sulla pista da ballo. Pochi minuti dopo, nel parcheggio, ad aspettarlo ha trovato un gruppo di coetanei che l'hanno gettato a terra prendendolo a calci e pungi al volto. L'aggressione subìta lo scorso luglio da un ventenne di Città di Castello alla sagra di Promano ha portato oggi all'emissione, da parte del Questore di Perugia, di  9 provvedimenti di divieto di avvicinamento ad aree urbane nei confronti dei presunti aggressori. Tutti giovanissimi, tra i 18 e i 21 anni, che - per i prossimi 12 mesi - dovranno stare alla larga dai luoghi in cui vengono allestite sagre, fiere e feste paesane e da tutti gli eventi che prevedono la somministrazione di cibo e bevande alcoliche nel territorio di Città di Castello. Troppo grave l'episodio e troppo alto il rischio di recidiva da parte dei ragazzi che, nei giorni successivi all'aggressione, erano stati perquisiti dagli agenti del commissariato cittadino. Che, nelle loro abitazioni, hanno sequestrato 12 coltelli - uno utilizzato per minacciare un amico della vittima intervenuto per fermare la violenza del branco - un grosso pugnale e un tirapugni. Passata la paura e rimarginate le ferite, ora per il ventenne resta il brutto ricordo di una vicenda sulla quale continua ad indagare la Procura di Perugia per lesioni gravissime e minacce. 

di Dario Tomassini