Allerta arancione e scuole chiuse. Scantinati allagati e alcune case temporaneamente isolate

Riunito il centro coordinamento soccorsi

Allerta arancione e scuole chiuse. Scantinati allagati e alcune case temporaneamente isolate
lcc
Forti piogge

Fiumi ingrossati, qualche scantinato allagato e alcune case temporaneamente isolate per l'aumento del livello delle acque del torrente Tescino. Sono queste al momento le criticità in Umbria a causa delle piogge che si sono abbattute soprattutto nella zona sud della regione. E' quanto emerso dalla riunione del centro coordinamento soccorsi. I piccoli allagamenti riguardano la zona di Gualdo Cattaneo. Oggi le lezioni sono state interrotte in tutta la Regione. Con i provvedimenti delle prefetture di Perugia e di Terni era stata infatti disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, in considerazione del documento del Centro Funzionale della Regione Umbria che prevedeva, per l'intera giornata, “una diffusa allerta sull'intero territorio regionale”. 

Intanto il comitato “A scuola Umbria - Aps” ha scritto ai prefetti della Provincia di Perugia e della Provincia di Terni, per censurare le modalità con cui sono state emesse e diffuse le due ordinanze che hanno disposto la chiusura generalizzata di tutte le scuole di ogni ordine e grado nell’intero territorio regionale. "Paventando che la tendenza di chiudere le scuole alla prima “emergenza” possa ripetersi in futuro, senza un’effettiva necessità -così si legge nel comunicato- il comitato diffida in primis le Prefetture (ma con avvertimento anche ai Comuni e alla Regione) dal dare ulteriore seguito ad iniziative irragionevoli e discriminatorie come quella di oggi, avvertendo sin d’ora che l’assumere qualunque provvedimento in assenza dei presupposti legali potrebbe configurare ipotesi di “interruzione di pubblico servizio” se non addirittura “abuso di potere”.

Sulla situazione il servizio di Antonio Barillari.