Alluvione: la ricognizione dei danni

Le domande di contributo dovranno arrivare ai Comuni entro il 4 gennaio 2023

Alluvione: la ricognizione dei danni
Tgr
Alluvione

L'Umbria porta ancora i segni dell'alluvione del 15 settembre. La Regione ha avviato la ricognizione dei fabbisogni per la riparazione dei danni subiti da cittadini e titolari di attività economiche nel territorio dei tre comuni colpiti:  Gubbio, Pietralunga e Scheggia e Pascelupo. Lo ha reso noto l'assessore alla Protezione Civile, Enrico Melasecche. "La ricognizione rappresenta un passaggio determinante per conoscere l'esatto ammontare dei danni e accedere ad ulteriori risorse che dovranno essere stanziate con successiva delibera del Consiglio dei Ministri, a sostegno del tessuto economico e sociale nei confronti della popolazione e delle attività economiche e produttive direttamente interessate dagli eventi alluvionali", ha spiegato l'assessore "La modulistica e' già disponibile e sono state fissate le scadenze: cittadini e titolari di attività economiche devono presentare le domande di contributo ai Comuni entro il 4 gennaio 2023. La scadenza per i Comuni, per l'invio alla Regione Umbria della ricognizione delle domande ricevute, e' fissata al 9 gennaio 2023".