Approvato il Defr

Passa in consiglio regionale con 13 voti favorevoli e 7 contrari il documento di economia e finanza 2023-2025

Approvato il Defr
TGR
Seduta del consiglio regionale

Un minuto di silenzio per ricordare le 4 giovani vittime dell'incidente di San Giustino. Si è aperta così la seduta dell'assemblea legislativa regionale che subito dopo ha avviato la discussione sull'approvazione del documento di economia e finanza 2023-25, approvato dall'aula di Palazzo Cesaroni con 13 voti favorevole della maggioranza, contrari i sette esponenti dell'opposizione. Un documento che ha 10 chiari obiettivi ha spiegato la presidente di Regione Donatella Tesei prendendo la parola: dallo sviluppo dell'aeroporto a quello del turismo, dal sostegno all'agricoltura a quello alle famiglie. La presidente ha ribadito che per il terzo anno le tasse non aumenteranno, rimarcando che l'Umbria si appresta ad essere la prima regione italiana per crescita del pil. Non tutti i risultati positivi dipendono da questa amministrazione, hanno ribattuto dai banchi dell'opposizione, con Pd e 5 Stelle e civici concordi nel dire che poco o nulla è stato fatto su politiche per il lavoro, disuguaglianze, giovani e fuga di cervelli. Un documento che guarda all'Umbria del futuro, anche per quel che riguarda sanità e transizione energetica, digitale e ambientale, rispondono all'unisono Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia. L' aula ha poi approvato a maggioranza la legge di stabilità 2023 e il bilancio di previsione della regione per il triennio fino al 2025.  

di Alessandro Buscemi