Atterravano anche a Perugia migranti con passaporti falsi

Le Fiamme Gialle di Treviso hanno sventato un grosso traffico di clandestini che sfruttava i voli minori

Atterravano anche a Perugia migranti con passaporti falsi
us
Alcuni passaporti contraffatti sequestrati dalla GdF

C'è anche Perugia fra le città coinvolte nel traffico di migranti scoperto grazie a un'indagine della guardia di finanza di Treviso. L'operazione ha permesso di arrestare in Francia un presunto trafficante di essere umani che si sarebbe reso responsabile dell'ingresso in Italia di centinaia di clandestini. A questi venivano forniti documenti di identità contraffatti, venivano così fatti imbarcare a bordo di voli aerei con destinazioni negli aeroporti minori; tra questi, anche il San Francesco d'Assisi. La tariffa fissata per ciascun ingresso irregolare variava tra i 450 e i 700 euro a clandestino.