Aumenti illegittimi delle tariffe, le ricadute umbre

Istruttoria dell'autorità garante della concorrenza su 7 fra le maggiori società fornitrici di energia

Aumenti illegittimi delle tariffe, le ricadute umbre
tgr
Bollette

Il governo nazionale con il decreto Aiuti-bis aveva vietato ogni modifica unilaterlale delle condizioni contrattuali. Ciò per evitare aumenti spropositati delle bollette di luce e gas in un periodo di crisi energetica. Un blocco delle tariffe dal 10 agosto di quest'anno sino al 30 aprile 2023. Ma le aziende, secondo l'Antitrust, avrebbero eluso il dettato del decreto. In Italia sono più di 7,5 milioni di condomini e microimprese che hanno ricevuto la comunicazione di variazione contrattuale e quasi 2,7 milioni quelli che hanno pagato - senza doverlo - bollette più care. Si tratta di aumenti, quellidi luce e gas, rilevanti.
Le sette società fornitrici oggetto della indagine del Garante assicurano di avere agito nel rispetto della legge e di essere pronte a valuta i rilievi dell'Antitrust.

Nel servizio di Carlo Cianetti, con il montaggio di Luca Ciurnelli, l'intervista ad Alessandro Petruzzi di Federconsumatori