Il Garante visita il carcere

Nel giorno di Natale Giuseppe caforio ha voluto portare il proprio saluto a detenuti e personale in servizio, soffermandosi sui problemi degli istituti di pena

Il Garante visita il carcere
Tgr
L'interno di un carcere umbro

Visita al carcere di Perugia, nel giorno di Natale, per il garante dei detenuti Giuseppe Caforio. Accompagnato dalla direttrice Bernardina Di Mario, Caforio ha voluto portare gli auguri ai detenuti e al personale in servizio. "Un'occasione - ha spiegato - per fare il punto sui tanti problemi del mondo carcerario umbro, che oltre al sovraffollamento e alla carenza di personale, vede nelle carenze sanitarie l'aspetto più allarmante". Il Garante si è soffermato sul problema del trasferimento di molti detenuti dalla Toscana, "spesso con personalità complicate che sfociano in tensioni e incidenti, che "rende più oneroso il lavoro della polizia penitenziaria già fortemente oberata". "A ciò - ha poi detto - si aggiunge la presenza di persone che hanno una manifesta incompatibilità con la detenzione in carcere che a causa di carenze strutturali vivono situazioni di grave disagio che danno luogo a fenomeni di violenza e autolesionismo".