Pecorelli: arresto non convalidato

La decisione della Corte d'appello di Perugia, l'imprenditore rimesso in libertà

Pecorelli: arresto non convalidato
tgr
Davide Pecorelli

La Corte d'appello di Perugia non ha convalidato l'arresto di Davide Pecorelli, l'imprenditore finito in carcere lo scorso 10 dicembre che aveva simulato la propria morte in Albania per sfuggire ai debiti ed era stato ritrovato naufrago nei pressi dell'isola di Montecristo. L'Albania, che ne chiede l'estradizione, gli contesta  i reati di incendio, profanazione di tombe, frode, depistaggio e attraversamento illegale del confine. I fatti sono datati per cui non ricorre l'urgenza e non esiste pericolo di fuga: così ha deciso la Corte che ha disposto l'immediata remissione in libertà di Pecorelli. Potrà attendere in Italia l'esito dell'eventuale processo in Albania