Raffica di furti, timori per le feste

Intensificati i controlli delle forze dell'ordine. A Monte Malbe un ladro si frattura la spalla fuggendo da una villa che aveva preso di mira

Raffica di furti, timori per le feste
Lcc
Un'auto dei carabinieri

Torna l'incubo dei furti nelle abitazioni: quello tra Natale e Capodanno è uno dei periodi più propizi per i ladri, che approfittano dell'assenza dei proprietari, in ferie o a festeggiare da parenti e amici. Fioccano denunce e segnalazioni a Perugia, Terni e in altre città dell'Umbria: spesso le pattuglie non riescono neanche a stare dietro alle richieste di sopralluogo. Anche l'attività di sorveglianza di polizia e carabinieri si è però intensificata e in qualche caso riesce a dare dei frutti. Un ladro “fantozziano”, di nazionalità albanese, è stato bloccato ieri sera grazie all'intervento dei carabinieri del radiomobile di Perugia, dopo essersi rotto un braccio per una brutta caduta: stava cercando di scavalcare il cancello di una villetta di Monte Malbe, nel comune di Corciano, ma ha perso l'equilibrio e ha finito per trascorrere il resto della sera di Natale in ospedale per la frattura della spalla. E' stato denunciato a piede libero; sono in corso altri accertamenti. Assieme a un complice, poco prima, aveva svaligiato un'abitazione della stessa zona, portando via oro e gioielli, e aveva tentato di forzare l'ingresso di un'altra casa isolata. Al terzo tentativo la coppia di malviventi è stata notata e nella precipitosa fuga è avvenuta la rovinosa caduta. Il bottino è stato recuperato così come è stata individuata l'auto usata dai ladri, un'utilitaria intestata a una pensionata della zona del Trasimeno. E' andata male anche a un cittadino gambiano controllato dalla polizia a Perugia, nella zona di Porta Pesa: nella borsa aveva due cacciavite e altri oggetti da scasso. Si è scoperto poi che aveva anche il divieto di dimora in Umbria. Denunciato, rischia anche l'aggravamento della misura.