Sequestrati 200 chili di botti

Le Fiamme Gialle di Città di Castello li hanno trovati in vendita in un negozio cinese privo di autorizzazione

Sequestrati 200 chili di botti
Gdf
Sequestro di botti di Capodanno

Quasi 200 chilogrammi di botti di Capodanno sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Città di Castello in un negozio di articoli per la casa gestito da due coniugi cinesi. I militari hanno ispezionato i fuochi d'artificio esposti su alcuni scaffali e hanno subito accertato che i titolari non avevano l'autorizzazione necessaria per commerciare prodotti di questo genere. Si tratta infatti di diverse tipologie di razzi di grandi dimensioni a elevato contenuto esplosivo. Il gestore, durante l'ispezione, ha anche tentato di nascondere dell'altro materiale di questo tipo, che aveva nella sua auto,  in un cassonetto, ma i finanzieri lo hanno scoperto e lo hanno sequestrato. In tutto si tratta di circa 600 confezioni contenenti 2500 artifici pirotecnici per un totale di 200 chili corrispondenti a 22 chilogrammi di esplosivo attivo. I due stranieri sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Perugia.