Verso la ciclovia Monte Argentario-Civitanova

L'infrastruttura attraverserà l'Umbria per metà dei 400 km di lunghezza. Attesa la conclusione del progetto definitivo

Verso la ciclovia Monte Argentario-Civitanova
TGR
Promuovere il cicloturismo

Attraverserà l'Umbria per circa 200 chilometri la ciclovia nazionale Monte Argentario-Civitanova Marche, il cui iter del progetto è giunto alle fasi conclusive. Si tratta di una infrastruttura di 400 chilometri di lunghezza, di cui circa la metà in territorio umbro: da Fabro toccherà  Orvieto, Todi, Perugia, Bastia Umbra, Assisi, Cannara, Bevagna e Foligno, per passare al territorio marchigiano nei pressi di Colfiorito.   

  “Si tratta di un’opera di rilevante interesse – spiega l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Enrico Melasecche -, che fungerà da collegamento con le altre due ciclovie nazionali, Tirrenica e Adriatica, in corso di realizzazione, e consoliderà la connessione fra aree costiere a forte valenza turistica e le nostre aree interne. 

  “La firma dell’intesa fra le tre Regioni – evidenzia – è propedeutica all’invio al Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, che avverrà entro il 31 dicembre, del progetto di fattibilità tecnica ed economica per la realizzazione del tratto umbro approvato dalla Conferenza dei Servizi. Il progetto, redatto dal Servizio regionale Infrastrutture per la Mobilità, Sezione Infrastrutture per la Mobilità Ecologica, era già stato anticipato nel settembre scorso al Ministero, con la richiesta di un finanziamento di 20 milioni di euro, a valere su uno specifico finanziamento complessivo di 68,5 milioni di euro”.