Il Gubbio cade ad Alessandria

I rossoblù incassano la terza sconfitta consecutiva. Annullata una rete agli umbri nel finale

Il Gubbio cade ad Alessandria
Tgr
Alessandria-Gubbio

Crollo verticale del Gubbio che al Moccagatta di Alessandria. Contro un'avversario in piena zona retrocessione, incassa la terza sconfitta consecutiva dopo Montevarchi e Fermana. La squadra di Braglia, alla distanza paga le diverse assenze a cui si aggiunge la giornata no di alcuni sui elementi. Tra questi Vasquez che in avvio non sfrutta al meglio un bel suggerimento di Morelli. Ben più pericolosi i padroni di casa con il migliore in campo in assoluto, Lamesta, che prima sfiora l'eurogol dalla distanza e poi s'inserisce magistralmente sull'imbeccata di Nichetti infilando Di Gennaro in uscita. Lo svantaggio scuote i rossoblu che però falliscono due clamorose occasioni. Mbakogu si fa ipnotizzare da Liverani e Corsinelli trova sulla sua strada la prodogiosa respinta della retroguardia piemontese. Ma al 10' della ripresa gli sforzi eugubini vengono premiati. Mbakogu lanciato a rete da Bulevardi salta Liverani che lo stende appena dentro l'area. Calcio di rigore che Vasquez si fa respingere dal numero  uno di casa, il più lesto di tutti è però Bulevardi che ribadire nel sacco. È La rete dell'1-1 la sua quarta stagionale, ma l'Alessandria non ci sta e i cambi giocano a suo favore. Minuto 35: traversone del solito Lamesta, il neo entrato Bontà si fa anticipare e Martignago, anche lui appena entrato in campo, indovina il diagonale vincente per il nuovo vantaggio dei grigi. Al danno si aggiunge nel finale anche la beffa, quando il direttore di gara annulla incomprensibilmente una rete a Bulevardi per presunto fallo ai danni del portiere Liverani. Vince l'Alessandria certificando un vero e proprio stato di crisi in casa Gubbio.