Si indaga per omicidio colposo

L'autopsia stabilirà le cause del decesso di Roberto Raspati, caduto mentre puliva le finestre di un condominio

Si indaga per omicidio colposo
Tgr
Il condominio di San Mariano dove è avvenuta la tragedia

La procura di Perugia indaga per omicidio colposo e il pubblico ministero Franco Bettini, nelle prossime ore, conferirà l'incarico per l'autopsia sul corpo di Roberto Raspati, l'addetto alle pulizie di 56 anni che ha perso la vita ieri mentre stava pulendo le finestre di un condominio a San Mariano di Corciano. L'uomo era salito su una piccola scala mentre la finestra era aperta ed è caduto dal secondo piano, precipitando da un'altezza di 5 metri nel cavedio del palazzo. Roberto Raspati, residente a Monte del Lago e da anni dipendente di una ditta di pulizie di Magione, potrebbe aver perso l'equilibrio o aver accusato un malore. L'indagine dovrà chiarire se stesse lavorando in sicurezza. E' la prima morte bianca del 2023 in Umbria dopo le 20 registrate lo scorso anno e riapre l'annoso dibattito sulla sicurezza. Gli ultimi dati disponibili forniti dall'Ispettorato nazionale del lavoro sono relativi al 2021 e restituiscono una fotografia allarmante. Su quasi 2mila ispezioni effettuate, più di mille, il 53%, hanno riscontrato irregolarità. E la percentuale è simile per tutti i settori produttivi. 570 le violazioni accertate proprio in materia di sicurezza, la maggior parte delle quali, 407, nel settore delle costruzioni, seguito da agricoltura, commercio e attività manifatturiere.

Servizio di Riccardo Milletti, montaggio di Valeria Giulianelli