Adottare i comuni ucraini

E' questa la proposta che arriva dalle Autonomie Locali Italiane dell'Umbria. Ma non basta il volontariato, serve una rete

La guerra in Ucraina e l'accoglienza dei profughi. I comuni umbri non si tirano indietro, anzi vogliono fare di più. L'idea è quella di adottare ciascuno un comune ucraino, ma lo slancio non basta, è necessario organizzarsi e fare rete. Le Autonomie Locali italiane (Ali) dell'Umbria propongono una gestione che veda al centro il ruolo che potrebbero svolgere i comuni. Abbiamo intervistato Massimiliano Presciutti presidente Ali Umbria.