Quasi 200 milioni per le strade umbre

Dodici cantieri contemporaneamente attivi sull'intera tratta da Orte a San Giustino. L'Anas ha illustrato tutti gli interventi per il 2022


Un investimento economico rilevante per adeguare le principali arterie umbre ai migliori standard  di sicurezza. La maggior parte degli interventi riguarda la superstrada e45 dove si è partiti dal rifacimento della pavimentazione stradale ed entro il 2022 l'obiettivo è completare 270 chilometri dei 326 totali. Si procederà poi con l'installazione del nuovo spartitraffico centrale e con il miglioramento sismico di ponti e viadotti concentrati principalmente in altotevere e nel ternano

Gli aumenti delle materie prime, al momento, non bloccheranno i cantieri ma preoccupazione è stata espressa per il medio periodo se non ci sarà un'inversione di tendenza. Nel 2022 sulla E45 saranno eseguiti lavori per 90 milioni di euro e ci saranno almeno 12 cantieri attivi contemporaneamente concentrati a nord, nel tratto tra Umbertide e San Giustino e a sud, fra Acquasparta e Narni. Previsti anche interventi per 40 milioni sul raccordo perugia Bettolle e per 60 milioni sulla Flaminia fra Spoleto e Terni.

Nel servizio l'intervista a Lamberto Nicola Nibbi responsabile Anas Umbria.