Sei mezzi pesanti contenenti medicine, alimenti e vestiario

E' partita all'alba la carovana degli aiuti per l'Ucraina

I 18 volontari affronteranno un lungo viaggio verso il confine tra Polonia ed Ucraina. La Tgr Umbria è in viaggio sul convoglio e vi terrà aggiornati in tutte le nostre edizioni.

I due camion dell'Associazione la Rosa dell'Umbria non sono riusciti a contenere tutti i beni raccolti donati dagli umbri alle varie sedi regionali dell'associazione dall'inizio del conflitto. Il convoglio composto da 6 mezzi ha caricato 180 metri cubi di medicine, alimenti a lunga conservazione e vestiti. Da Todi, punto di partenza, i 18 volontari affronteranno un viaggio di andata di duemila chilometri, passando per Austria e Repubblica Ceca. Una volta raggiunto il confine Polacco, mancheranno ancora 900 chilometri. Destinazione Elk, una città di 60mila abitanti nel Nord della Polonia. Ad Est c'è il confine bielorusso, a nord quello Lituano. Il Mar Baltico da qui, dista meno di 200 chilometri. Ad attendere il convoglio, sabato pomeriggio, un deposito indicato dall'ambasciata italiana a Varsavia. Una volta scaricati gli aiuti, entra in gioco un'altra associazione che fa parte della carovana umanitaria. Si tratta del Club lampeggiante blu di Amelia, da 14 anni al fianco dei bambini più bisognosi.Il pulmino dell'associazione preleverà donne e bambini ucraini in fuga dalla guerra e li porterà in Umbria. Una volta al sicuro verranno affidati ad una rete di solidarietà che gravita attorno all'associazione che resterà a disposizione per tutti i loro bisogni. La Tgr Umbria è in viaggio sul convoglio e vi terrà aggiornati in tutte le nostre edizioni.