Ex Merloni: preoccupazione per la fine della lunga storia industriale

Ennesima pasqua senza lavoro negli stabilimenti umbri. Il 13 maggio scade il bando per la vendita, lavoratori appesi a uni filo

Il bando per la vendita di tutti gli stabilimenti della ex Antonio Merloni, compreso quello di Colle di Nocera Umbra, scade il 13 maggio. Da lì potrebbe arrivare anche qualche segnale di speranza per il futuro occupazionale di quest'area. Due giorni dopo però, il 15, con la scadenza della cassa integrazione per cessazione della Indelfab, la ex Jp Industries, nata a sua volta dalla Antonio Merloni, verrà messa la parola fine a una lunga storia industriale. Per i 245 lavoratori di questo stabilimento è stata una pasqua ancor più amara delle precedenti.
Tante docce fredde in passato, difficile guardare anche con speranze minime ai segnali che sembrano arrivare, magari legati magari alla recente iniziativa imprenditoriale partita nella vicina Fossato di Vico. Intanto la mensa è stata venduta a un'azienda di confezioni, una parte consistente dello stabilimento assegnato a un'impresa di logistica e di fronte un'area vedrà la realizzazione di impianti fotovoltaici
 

Carlo Angeletti fatto il punto con Luciano Recchioni della Fiom-Cgil.