Schizzano i prezzi della spesa

I dati Istat fotografano una situazione di rincari generalizzati. Più 6,9 per cento l'indice dell'inflazione in Umbria, sopra la media nazionale

Schizzano i prezzi dei beni al consumo. Un segno più che riguarda la maggioranza delle tipologie di prodotti, fatta eccezione per comunicazioni e istruzione. Il carrello della spesa diventa sempre più pesante e sempre più difficile, per le famiglie, far quadrare i conti a fine mese. Un'accelerazione dell'inflazione imputabile prevalentemente ai prezzi dei beni energetici che, a livello nazionale, passano da +45,9% di febbraio a +50,9% di marzo. Per quanto riguarda la nostra regione si registra un incremento su base annua del 6.9 per cento, dunque leggermente al di sopra della media nazionale che si attesta al 6.5 e fra le percentuali più alte delle regioni del centro italia che invece in media si attestano al 6,1. Le voci di spesa che mostrano l'incremento maggiore: abitazioni, acqua, elettricità e combustibili, ma anche trasporti, prodotti alimentari e bevande analcoliche. 
 

di Federica Becchetti