Rossoverdi lontani dai play off

Pesa molto, sbarrando praticamente la strada verso i play off , il pareggio della Ternana con il Frosinone. Una partita rocambolesca, che i Rossoverdi a pochi secondi dal fischio finale stavano vincendo

Mancano 20 secondi alla fine, è 4 a 3, quando viene assegnato il rigore (molto dubbio) al Frosinone (per il contatto Partipilo-Tribuzzi): Lucarelli è una furia, protestano tutti (giocatori e tifosi): sul dischetto Novakovich supera Iannarilli. È l'epilogo di una partita-infinita, che la Ternana avrebbe meritato di vincere. Rossoverdi, comunque, sempre troppo ingenui. Otto reti, 4 per tempo. Comincia bene il Frosinone, con il tocco sotto misura dello svedese Rohden; il pareggio casalingo lo firma Proietti: spettacolare (e vincente) la sua torsione di testa. E sempre con la testa arriva il sorpasso della Ternana: il pallone colpito da Donnarumma batte prima sulla traversa e poi sulla mano del portiere, autogol, 2 a 1. Angolo per il Frosinone e deviazione sfortunata - con la schiena - di Bogdan: Iannarilli nulla può: 2 a 2. Nella ripresa, tante altre emozioni. 
Al 2' Antonio Palumbo si mette in proprio: 20 metri palla al piede e sinistro velenoso nell'angolino: delirio al Liberati. Poi il difensore ospite Gatti si traveste da centravanti e pareggia ancora, 3 a 3. La Ternana ci mette l'anima e Pettinari si prende la scena: pallonetto delizioso e nuovo vantaggio rossoverde. Ma non è finita, perchè nel quarto di recupero, Partipilo è fermo, Tribuzzi gli va addosso e l'arbitro indica il dischetto: Novakovich fa 4 a 4. Giù il sipario. Play-off ormai praticamente impossibili.