Paralisi delle attività ambulatoriali cardiologiche a causa della pandemia

Oggi l'assemblea dei soci dell'associazione perugina ''Cuor di leone''. "Per i controlli, ci sono liste di attesa abbastanza lunghe" sottolineano dalla onlus

Il punto sulle attività svolte nei due anni di pandemia, al centro dell'assemblea ordinaria degli associati a 'Cuor di leone' di Perugia, che si occupa di favorire 
l'assistenza e la riabilitazione dei pazienti cardiopatici, promuovendo anche iniziative di prevenzione. L'occasione per far emergere le criticità presenti in Umbria. Nel servizio l'intervista al presidente Tiziano Scarponi