I costi dei ricoveri covid

La pandemia ha attaccato il sistema sanitario anche dal punto di vista economico. Forte crescita dei costi di ricovero e trattamento dei pazienti positivi

I costi delle cure in ambito ospedaliero per i malati covid al centro di un incontro a palazzo Donini a Perugia. Una perdita economica del 94 per cento: è quella registrata nel 2020 per i costi per i ricoveri covid senza terapia intensiva in Umbria. Del 140 per cento è invece la perdita relativa alle spese per i ricoveri con terapia intensiva. I dati -- presi in esame dalla regione - sono quelli dello "Studio Bussola" sui costi standard dell'area infettivologica, anno 2020. 62 gli ospedali in 14 regioni italiane coinvolti nello studio. In umbria, l'indagine è stata condotta sui nosocomi delle quattro aziende sanitarie della regione, con Terni capofila. Due anni fa, i ricoveri con diagnosi Covid sono stati 2.967 (di cui 427 con terapia intensiva), pari al 3% del numero complessivo delle dimissioni e del 5,8% dei costi totali. C'è una differenza significativa, fa sapere la Regione, tra i costi Covid con o senza terapia intensiva: 72201 euro contro 7360 euro. Dallo “Studio Bussola” emerge come il tutta Italia la pandemia abbia messo a dura prova le aziende sanitarie. Ora l'obiettivo è guardare avanti.

Nel servizio Giovanni Migliore, presidente Fiaso (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere).