Il Decacordo: dicei storie per raccontare Narni

Presentato a Narni il "Decacordo", titolo di una raccolta di dieci monografie di Narni, del periodo compreso tra il 1641 e il 1791.

Narni e il Teatro di Palazzo del Seicento. L'episcopato, con vicende imbarazzanti, sotto il patronato del cardinale Sacripante. I fasti della reliquia della Beta Lucia. Sono alcuni dei dieci capitoli in tutto contenuti nel "Decacordo": titolo di una raccolta di dieci monografie di Narni, del periodo compreso tra il 1641 e il 1791. Decacordo perché le storie, come rivela l'autore, Francesco Luisi, musicologo e storico, sono come intonate sulle corde dell'antico strumento a dieci corde, l'antica arpa, che accompagnava la narrazione dei saperi biblici.
Volume documentatissimo, frutto di un'accurata ricerca storica, che getta nuova luce sui trascorsi di Narni, città bene inserita nel contesto politico, sociale e culturale della Capitale, con personaggi di grande prestigio, quali il cardinale Giuseppe Sacripante, prefetto di Propaganda Fide e braccio destro di Innocenzo XII e Clemente XI. Nel corso della presentazione del volume, è stato assegnato alla storica dell'arte, Federica Zalabra, il Premium Artium 2021, conferito dalla Arte Foundation.