Il Cantamaggio a Terni

A Terni grande entusiasmo per la festa della primavera. Il 21 maggio la sfilata dei carri

Esplode la stagione ed esplode l'entusiasmo della gente, una cultura antica che fonde uomo e natura. Il grande cuore della città celebra la tradizionale festa di primavera, quando ogni ternano sente l'atavico richiamo della propria identità. Il Cantamaggio ternano si festeggia da fine '800, quest'anno è la 126esima edizione. L'obiettivo è uscire dai confini regionali e attirare turisti da fuori, per far conoscere Terni e le sue tradizioni. Da mesi i quartieri sono al lavoro nei capannoni per realizzare i sei colossi di cartapesta che sfileranno la sera del 21 maggio per le vie del centro. 
Il Cantamaggio durante i 2 anni di pandemia non si è fermato, ma si è adattato: da tutto il mondo i ternani hanno fatto sfilare sul tavolo di casa piccoli carri costruiti con materiali improvvisati, accompagnati da musica e canzoni locali. Quest'anno finalmente si torna nelle strade.
Nel servizio di Antonio Barillari l'intervista a Maurizio Castellani, presidente del Cantamaggio.