Crisi del grano. I terreni vengono riconvertiti

La scelta degli agricoltori che aumentano i campi destinati a questa coltura. I dubbi sulla deroga arrivata dall'Europa dopo lo scoppio della guerra in Ucraina


La guerra in Ucraina spinge a cercare nuove soluzioni per gli approvvigionamenti di grano. Ci sono agricoltori, come Mirco Biocchetti  intervistato da Federica Becchetti, che hanno già aumentato i terreni riservati a questa coltura nell'autunno scorso quando i prezzi del frumento hanno iniziato a salire.  Per fronteggiare la crisi in primavera è arrivata la deroga dall'Unione Europea  che permette l'utilizzo anche dei terreni incolti ma il grano si semina a novembre, dunque il provvedimento è arrivato fuori tempo massimo ci spiega Fabrizio Busti, vicepresidente Cia umbria con delega ai cereali.