'Ndrangheta: 9 condanne per l'inchiesta Infectio in Umbria

Quasi 60 gli anni di carcere inflitti complessivamente

58 anni e 5 mesi. E' il totale delle pene inflitte a 9 imputati "umbri" nel processo seguito all'inchiesta Infectio, conclusa nel 2019. Un'operazione della DDA di Catanzaro di Nicola Gratteri, che aveva coordinato le operazioni anche della questura del capoluogo: lo Sco di Perugia aveva inizialmente eseguito 27 arresti e sequestrato 10 milioni di beni nelle mani delle cosche Trapasso, Mannolo e Commisso.  Secondo quanto stabilito dal tribunale di Crotone, i 9 condannati avevano favorito le infiltrazioni criminali in Umbria della cosca 'ndranghetista di San Leonardo di Cutro. Personaggio "chiave", secondo la DDA, era Giuseppe Benincasa. A lui la condanna più severa: 17 anni e 2 mesi. Per gli altri, pene dai 13 ai 3 anni. 3 gli imputati assolti, perchè "il fatto non costituisce reato". 
In precedenza, altri 7 "umbri" coinvolti in Infectio erano stati condannati, con rito abbreviato, a pene dai 15 anni e 4 mesi a 1 anno.

Servizio di Lorenzo Materazzini.