Calano ancora i ricoveri ospedalieri

Scendono a 205 i letti occupati da persone positive al virus. Nessun allarme dopo la scoperta di casi di Omicron 5

Non è ricoverato nessuno dei soggetti contagiati dalla variante Omicron 5 in Umbria. Sono 3 i casi emersi nella nostra regione in seguito al sequenziamento portato avanti dalla professoressa Antonella Mencacci, direttrice del laboratorio di Microbiologia dell'Azienda ospedaliera di Perugia. Al momento la sintomatologia riscontrata è simile a quella dei contagiati dalle altre varianti Covid. Si tratta di 3 soggetti residenti nella zona di  Perugia. I loro tamponi sono stati selezionati insieme ad altri 51 per il consueto monitoraggio settimanale. Omicron 5,  spiega Mencacci, interessa soprattutto le alte vie respiratorie e provoca un'infezione come tutte le altre legate alla variante Omicron del virsu Sars-CoV-2. E' più contagiosa ma i dati scientifici a disposizione non permettono ancora di capire quanto.  Intanto i dati delle ultime 24 ore segnalano ancora un calo dei ricoveri. Ad oggi sono 205, di cui 4 in terapia intensiva.  705 i nuovi contagi. Scendono ancora gli attualmente positivi che diventano 10.466. Si registra però un nuovo decesso di persona positiva.