La settimana della croce rossa

L'organizzazione festeggia la sua giornata mondiale in occasione dell'anniversario della nascita del fondatore Henry Dunant e lo fa guardando indietro agli ultimi difficili mesi, contraddistinti dalla battaglia al covid

In prima linea nella guerra al covid, nelle Rsa come negli ospedali o nei centri vaccinali, senza dimenticare le emergenze quotidiane al fianco di chi soffre o è rimasto indietro. La Croce Rossa festeggia anche in Umbria, la sua giornata mondiale in occasione dell'anniversario della nascita del fondatore Henry Dunant e lo fa guardando indietro agli ultimi difficili mesi, contraddistinti dalla battaglia contro la Pandemia. Un impegno straordinario che non ha distolto forze dall'assistenza quotidiana che i 4mila volontari dei 19 comitati territoriali in cui è articolata la Croce Rossa regionale hanno garantito anche durante l'emergenza Covid. Ora la nuova emergenza arriva dall'Ucraina, è i volontari della Croce Rossa hanno risposto presente anche quando si è trattato di organizzare l'aiuto ai profughi in fuga dalla guerra. Nel servizio l'intervista Paolo Scura, presidente Croce Rossa Umbria.

di Massimo Solani